Devi amarlo

Devi amarlo tutto un uomo, ogni sbavatura.
Devi guardarlo in ogni smorfia, in ogni cicatrice, ruga e capello bianco.
Devi passare le mani sul suo mento la mattina appena sveglio, farti pungere dalla sua barba appena accennata.
Devi guardarlo negli occhi più volte, imparare gli angoli, evitare i suoi spigoli senza mai smussarli.
Devi scrutargli le smorfie, scandagliare la profondità dei silenzi, contargli le sillabe.
A volte non parlano esattamente come te, vanno a nascondersi in un pensiero lontano chissà quanto e chissà dove.
Devi amarlo tutto, non dimenticare mai di baciarlo e di accarezzarlo, ha le sue debolezze che a volte sono molto più grandi delle tue.
Mi chiedo spesso quanto ami un uomo, visto che continuo a disegnarmene uno su misura, con mille imperfezioni. Gli metto tutto sottosopra, perché non sono perfetta e perché lo voglio pazzo.
Mi fisso nel vuoto e con la punta, delle dita lo traccio, sicura.
Al mio mancano i capelli, ha la pelle ambra, due occhi pugnale color cielo ed è pieno di cicatrici; molte sono trofei disegnati, troppe sono dentro…
Io l’ho amato tutto questo uomo, in ogni sfaccettatura, anche quando ruggiva e graffiava.
Ha scelto l’orgoglio come fa sempre, quando scappa da tutto quello di cui crede di poter fare a meno…
È egoista, ma è anche tanto stanco.
Anche se me ne ha dato poco e non me lo ha mai detto, io gliel’ho visto l’amore, ce l’ha sparso ovunque, decide soltanto di coprirlo con la sua coltre di rabbia. Ci ha coperto anche me… Rimboccandomi il letto con l’assenza più profonda e pesante che abbia mai conosciuto.
Avrei dovuto scegliere di scappare anche io, ma davvero non posso: la mia anima ha scelto di amarlo, amarlo in tutto.
Anche quando lui ha scelto di non amarmi più.[©Yelena b.]

girl-690327__340

Me lo ricordo

Me lo ricordo il suo abbraccio, timido ma così infinito.
Mi stringeva forte e io la sentivo quasi entrarmi dentro a scaldarmi ogni gelo.
Volteggiava fra il buio della mia rabbia e tutti i miei brutti ricordi, portando con sé il profumo della primavera.
Quelle sue dita delicate, piene d’amore sussurravano cose bellissime…
Ma io non ero bravo a tenermi la sua magia… sapevo solo ferirla.
Un giorno è partita, portandosi via tutte le sue risate.
Non gliel’ho detto mai che mi è mancata, che mi manca. Ho una casa piena d’orgoglio freddo, non avevo posto per tutto l’amore che era.[©Yelena b.]

tumblr_nnbrbwtrj01u2wjwyo1_500

Tied (legata)

Tied

E così la legò, in un modo che non prevedeva corde.
La strinse forte legandole la tenerezza d’un bacio su una caviglia
In quel punto ogni giorno lei sanguina mancanza. [©Yelena b.]
Catena

Maestra

Maestra di un’arte perduta che intreccia mancanze confezionando abiti d’autunno
E cado solitaria come foglia bruna sulla tua nuda terra.
[©Yelena b.]

maestra

Notare

Notare e annotare
Ancora
Assenze e mancanze
Io alunna diligente
Maniacalmente continuo
Imperterrita
A segnare “mi manchi”
E li scrivo
Ti scrivo
Sulla lavanga di un cuore che tieni ancora tu.[©Yelena b.]
9f1bddd3jw1dvwh4vrlu8j

In una tasca

Me lo sono messo in una tasca speciale quel ti amo che manca. So che dovrei ripulire quella tasca ogni volta che la pioggia mi lava il cuore, ma noto che tutto sbiadisce eppure lui no…
Le mie amiche ripetono che sbaglio a lucidare i ricordi tutte le sere, che non ha senso aver tanta cura di te che mi hai regalato una distanza così grande. Loro hanno ragione e io torto, mi siedo di fronte al tramonto la sera e ti seguo, a nord, nessuno sa che sono incompleta, nessuno immagina che metà di me ce l’hai tu. Non so dove abbia deciso di nascondersi, se dentro il tuo armadio, sotto il letto, fra i cd o sui rami del tuo ciliegio… Vive con te, nel silenzio di ciò che è, una delle tante con cui hai ammazzato tempo e rabbia della tua vita.
Non so restituirmi, forse perché non so amarmi… Ho scelto di amare te, fino alla fine di me.[©Yelena b.]
tmp_24010-14443708693631-1069445264

Deformata

Deformata
Perché passare attraverso te poteva essere solo un viaggio all’inferno…
Bruciata
Da un bacio su una caviglia la cui inaspettata dolcezza ha infranto il cristallo d’una lacrima perduta
Implosa
In me stessa in un perfetto silenzio, uno di quelli in cui nessuno entra, nessuno esce, nemmeno il tuo nome.[Yelena b.]
1499561_678059948883121_1891465190_n

Abitudine

Sei la mia abitudine
Quel gesto che compio sempre allo stesso modo, alla stessa ora, con le stesse emozioni
Sei quell’angolo in cui mi siedo, mi fermo e mi lascio andare
Divento bambina e gioco con la scatola dei ricordi
Tra le parole, i profumi e i sospiri ti ripasso sulla pelle e riapro tutte le tue impronte
Seguo il tuo vagare in ogni spigolo mio, nessuno aveva osato toccarmi così…
Mi imbastisco dove fa più male, dove non voglio si vedano le cicatrici, mi punisco cercando di estirparti ma il tuo odore rimbalza contro il cuore e mi sembra di sentirti sussurrare…
Mi trema l’ultima certezza, ti ho mai davvero sentito?
Non lo so più, amore…
Mi inganno mille volte ancora, sciocca che sono!
Mille volte ancora morirò e rinascerò desiderandoti mentre affogo nel silenzio crudelmente reale della tua assenza.[Yelena b.]
firetmblr

Forse…

Forse e dico forse, le cose tornano solo se ti hanno veramente abitato… Così,
per riprendere quel posto che hai loro riservato e che mai a nessun altro apparterrà.[Yelena b.]
aeroplanino

Dite

Dite al cuore che oggi, si oggi, sarò assente ingiustificata.

Marinerò tutti i suoi lamenti e mi darò alla fuga libera, ragionata.

Se sarà burrone, sarà per scelta mia, non del tuo folle amore.[Yelena b.]

cuore