Viaggi

Viaggi

Il destino mi ha pagato il biglietto e sono salita su questo bel treno.
Per metà della mia vita ho viaggiato sull’ultimo vagone, senza guardare fuori, senza scendere mai.
Un giorno mi sono fatta coraggio e ho percorso i corridoi fino alla prima classe… ero sempre sola! Così mi sono affacciata al finestrino a guardare le stazioni sfilare, altri treni andare e venire.
Mi sono detta “giuro, scendo alla prossima, così per curiosare” ma, sembravate tutti presi a salire e scendere da mille treni… Nessuno sembrava importante.
Allora ho pensato “ma chi me lo fa fare! A nessuno interessa restare”
Continuo a guardarvi… Vi saluto… E vi lascio passare.[©Yelena b.]

valige

Capovolto

Altro non sei che me capovolto
Altro non sono che te capovolta
Mi incastri
Ti incastro
Che sia benedetto quel punto in cui ci incontrammo, perché solo allora fummo interi e l’amore ci riconobbe per la prima volta come un immenso “unico”.[©Yelena b.]

noidue

Tu non sei normale

“Tu non sei normale”
No, non lo sono conservo la follia e la utilizzo. Ci ho costruito una specie di barriera dove sbattono tutti quelli che mi vogliono uguale alle altre, quelli convinti che siamo fatte di cliché e di altre mille idiozie.
Non vengo a cena con te per la tua macchina sportiva, vengo a cena da te per intrufolarmi nel tuo vissuto e sentire il tuo profumo addosso. Mi ci voglio svegliare la mattina, spettinata dentro e fuori.
Voglio un uomo che sappia che tra le lenzuola ci trova un’anima non un corpo.
Uno che mi baci e sappia di caffè, che diventi quotidiana presenza per scelta.
Uno che mi guardi pensando “ma sta matta dove si nascondeva? Grazie dio per avermela mandata!”
Voglio che mi consideri un valore aggiunto, un dono. Una che consideri lui allo stesso identico modo…!
Non pensi sia speciale trovare una così? Una che ti guarda come un infinito da condividere non un vuoto a perdere di una notte e via. Non un segno in più ma come una ricchezza.
“Tu non sei normale”
No.
E allora va, lasciami andare.[©Yelena b.]

1381264_10201347852675844_1097365994_n

Welcome to the show

Benvenuti Signore e Signori in questo diario di vita. Tutto accade in un attimo e io ve lo racconto o riporto, in versi o in prosa.
Potete gioire o commuovervi, condividere o no, sentimenti privati spesso comuni, gioie o dolori, preoccupazioni o deliri… Qui tra le righe o in una foto.
Bussate piano, perché tutto succede dentro in silenzio e le uniche cose a far rumore sono le parole, le mie quando mi rivivo e mi riscrivo.
Welcome to the show.[©Yelena b.]
giostra

Ci sarà una sola donna

Ci sarà una sola donna che ti ruberà tutto, lo farà in un attimo e non potrai ribellarti.
Non avrai tempo per evitarlo, modo, né potrai protestare, succederà.
In quella frazione di secondo in cui il tuo istinto la riconoscerà, tu potrai anche fare finta che non sia successo nulla, che avrai bisogno di conoscerla prima di lasciarti andare, tanto non servirà, lei si sarà presa l’attenzione, il pensiero e tutto il resto.
Ci sarà solo un uomo che ti ruberà tutto.
Uno che ti confonderà immediatamente, in un attimo, senza preavviso.
La vera fortuna sta nell’incontrarsi e non averne paura… Travolgersi, senza remore.[©Yelena b.]

donna adult-1867547__340

 

Incidente

Era il frutto di un incidente, se lo diceva da sempre. Di quelli che capitano nei giorni storti, quando ogni cosa va male. Una specie di sfortuna.

Doveva essere così o non si spiegava il fatto che nessuno la tenesse, nessuno facesse pazzie, nessuno che l’amasse sul serio.

Ma in fondo che poteva importarle? In fin dei conti anche senza era viva e viveva.

Aveva tentato sempre di contenersi, di frenarsi, di essere “brava” e a cosa era servito? A rendere più grande la sua delusione. Non restavano, preferivano perderla.

Va bene, allora, li aveva compresi, non doveva obbligarli, o addirittura imporsi, bastava lasciarli andare.

Le faceva male ma non dipendeva da lei.

Era stata concepita per essere un incidente, di quelli che capitano quando piove e non hai un riparo, quando tutto va male, quando non sai apprezzare un sorriso e la semplicità di tanto amore.[©Yelena b.]

fuori

Ascoltando Paul Stanley…

Mi ci sono voluti anni prima di riuscire a sentire di nuovo alcune canzoni, mi facevano stare male.

Mi prendeva una morsa tra lo stomaco e lo sterno, non riuscivo a respirare.

Se tu minimamente immaginassi quanto ti ho amato… ma tu eri impegnato ad essere un bastardo di razza, impegnato a non essere un Uomo, solo uno di quei tanti maschi che segnano tacche nel muro.

Ero il “mi manca scopare l’Amore”, il mio per te.

Chissà se conservi ancora il ricordo di questa stupida che è salita su un treno per te, alla cieca, rinnegando se stessa, i suoi principi, la sua vita.

Se mi senti la notte, quando ripercorro le scale di legno e mi infilo nel tuo letto. Mi senti sfiorarti le cicatrici tatuate?

No. Non senti ciò che non hai amato.

Mi sono scoperta addosso tatuaggi che non volevo, uno ce l’ho su una caviglia. Quando lo dico mi prendono per matta “Ma Ale, qui non c’è niente!!”

Non bisogna mica andare a farseli… la vita ci segna con nomi speciali che non pronuncerai mai più e che in silenzio leggerai là dove ti hanno ferita a morte.

Muoio spesso, ti tocco…

Ed è sempre un viaggio, da cui non torno.©Yelena b.

cropped-fatasullamano1.jpg

 

Conta

Conta

Aveva l’insolita mania di nascondersi, come se la sua vita fosse un eterno nascondino. Nessuno immaginava quanto desiderasse sentir smettere di contare, dire “tana” e poi vederlo… vedere finalmente quel paio d’occhi a cui appartenere.

Ma il mondo è strano. Non ci si appartiene più.

Tante coppie che non si amano e che vivono insieme, gente che si sceglie per i motivi più disparati, non era il suo secolo, non era il suo tempo.

Conta… ed è un numero enorme ormai, che ogni tanto perde, ogni tanto ricorda, ogni tanto inventa.©Yelena b.

conta smoking-1347830__340

 

 

Se fossimo stazioni…

Stazioni

Se noi tutti fossimo stazioni avremmo tutti delle coincidenze da prendere. Invece spesso siamo sentieri dove le rotaie nemmeno arrivano… e se un treno arriva in un posto sperduto come te, non lo puoi perdere, perché non è una coincidenza dovevate trovarvi.[Yelena b.]

stazioni boardwalk-1783843__340