L’Amore vince sempre (dialogo)

L’Amore vince sempre (dialogo scritto a quattro mani)

Poteva esserci, ma non c’è più
cosa non cerchi ora?
nessuno vero?
Bene io sono nessuno

Ti proponi?

Nessuno si propone
ordunque io
vorrei abbeverarmi di te ogni notte
che sia sconveniente?

La mia acqua è veleno ormai, lento veleno

ho sete
molta sete di te
lascia che sia io a decidere
hai paura di perderti?
cattivi pensieri?
che ne faresti di me
consumato e poi gettato in un cassonetto mentre ti guardo con occhi che mai avevi visto?

Chi è stato gettato a sua volta ha mani a pugno
Non ha più voglia di toccare nessuno
Non si fa più toccare….
Ha imparato il gelo

Mi acconterò del tuo gelo

Quel gelo da cui non ci si scalda mai

Illusa
Un vento caldo

Non potrai mai seguirmi quando scappo
Non ti seguirò
Mi cercherai tu dopo aver assaggiato il dolce bacio proibito

Conosco baci che incatenano, baci che sporcano
baci di dolcezza
quelli a cui aspiri
braccia che ti sorreggano

Dolcezza… Esiste?

baciami e lo saprai
vieni….

Abbracci che scaldino?
Non esistono, esistono solo strette che non portano a niente

Vieni…
ascolta il vento
e non parlare

Il vento porta i sussurri che non voglio ascoltare

non vuoi?
non puoi?
vuoi che me ne vada allora
che ti parli di spalle
cosi che tu non fissi i miei occhi

Sei caro… Ma non puoi salvare chi non è più vivo

non voglio salvarti
ti salverai da sola
(e intanto soffia il vento)

Non in questa vita

così sia
allora

mi sto allontanando
puoi fermarmi se vuoi però
(si incammina verso un orizzonte lontano)

Troverai la tua rotta…

sono un vagabondo

Sei destinato a tanti altri luoghi

può darsi, ma nemmeno tua hai certezza
Ma non qui, in questa terra desolata

(ritorna indietro la fissa in silenzio)
un bacio sulle labbra… pochi secondi

Che c’è?

pochi secondi
(indugia)

Che gusto ha la devastazione?

un buon sapore

il mio?

Non so… Non sento più

ti vorrei baciare ancora

non hai pietà per quest’anima lacera?

dimmi che non vuoi il mio bacio

Non voglio le bugie

allora baciami

Hai inganni tra le labbra?

baciami è delizioso
e ascolta
il rumore

Hai inganni nascosti tra le labbra?

non c’è nulla di quel che pensi

c’è solo quello che vorresti

E cosa pensi vorrei da te?

non me lo sono chiesto ….

Guardami allora… Guarda me

ti sto guardano

Le rughe

Le vedo

Dei sorrisi… Fatti solo per cacciare le lacrime
Le vedi?

Si…

Vedi la curva delle labbra?

Si……….

L’ho vista deragliare
contro altre labbra
E poi… Non tornare mai più

guarda le mie labbra
cosa vedi?

inganni……

non stai guardando me

Non riesco a vedere altro
Non conosco altro

Veni piu vicino

Per lasciarti entrare?
a devastare dove non è rimasto niente?
Poi… Non ho domani
Non ho poi…
Non sono viva…

aspetterò
intanto tu guardami
nessuno ti vieta di guardarmi
[©Yelena b./F. De Agostini]

2 commenti
  1. Credo che l innamoramento faccia scattare un ormone del ricordo che ci tiene allerta e ci fa soffrire. Per spegnere questo ormone, per mandarlo a nanna fino alla volta successiva, bisognerebbe sforzarsi di deviare il pensiero dall oggetto d amore.

  2. ‘Mandarlo a nanna’
    È una strana espressione, non credi?
    Bisognerebbe usarlo nel modo giusto o per lo meno usarlo in maniera sincera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.