Chi soffre

Chi soffre

Chi ha sofferto davvero non ha parti in zucchero filato e smancerie da tirare alla folla.
Chi ha sofferto continua a soffrire, lo zucchero lo prende a volte solo nel caffè.
Non è egocentrico per natura, ci è diventato.
Non è schivo per natura, ci è diventato.
Chi ha sofferto è “rotto” in quella parte di sé che è più debole e delicata, senza più possibilità di essere sistemata perché non c’è nessuna cura.
Chi ha sofferto non lo vedi, lo leggi. Senti il suo sguardo fra le parole. Non ha bisogno che tu dica qualcosa dopo aver condiviso quel momento, ti lascia assimilare i bocconi e magari sa che ti ci sei immedesimato, calzato, rivisto.
Chi ha sofferto e ha imparato a dirlo, ricama spesso i fogli, in maniera distratta. Nascono fiori senza profumo, che appassiscono tra i ricordi.
Chi ha sofferto viaggia lontano e spesso non torna.
A volte vorrei non tornare neppure io.©Yelena b.

Ne è rimasta pochissima e così ho deciso

Ne è rimasta pochissima e così ho deciso di riporla proprio in fondo stavolta.
L’ho imbavagliata e le ho messo i tappi per le orecchie, non potrà parlare e non potrà sentire.
Cara speranza, non ti resta che addormentarti e stare tranquilla, da oggi in poi i fuochi d’artificio di chiunque li guarderò senza di te, sono sicura me li godrò molto di più senza credere che sia qualcosa oltre 4 effetti speciali.
Per stupirmi ora, troppo vi toccherà lavorare…
[Yelena b.]

AnimA

Perché a lei si può chiedere di più di tutte le altre
Percorrendola lo senti subito
Sa di veleno dolciastro
È una partita a scacchi
Una mano a poker
Se scommettessi su di lei
Ti vincerebbe l’anima
E gliela daresti
Perché ti lascia prendere la sua.©Yelena b.

anima elf-1088191__340

L’elastico del tempo

Il tempo è diventato un elastico. Mi si allunga a volte e allora non capisco più dove sono. Fino a poco prima credevo di essere consapevole e dopo non lo sono più.
Mi trovo improvvisamente in un buco nero spazio temporale.
Fino ad un attimo prima ero sicura e l’attimo dopo non più. È incredibile come quella frazione di secondo che separa le due cose diventa un abisso che divide a metà anche te.
Ti abitui. Diventi camaleonte, equilibrista, saltimbanco.
Dondoli fino alla prossima illusione sull’elastico del tempo.©Yelena b.

elastico landscape-1444023__340

Nella tua logica illogica ci ho perso

Nella tua logica illogica ci ho perso cuore e speranze:
hai curato la facciata e il portone
dimenticando di arredare con la Verità l’interno della tua povera Anima raminga.
Hai scelto tu di vagare,
io un posto per te nel mio umile cuore lo avevo allestito sul serio.
[Yelena b.]

Da nessuna parte

Tu abiti da nessuna parte
e cammini senza lasciare tracce
Ti insinui, tocchi, scompigli ma non resti
Tu vaghi e non ritorni
non sei onda
non sei mare
arrivi solo per andare
non sei treno
né destinazione
da te non si arriva si può solo partire…
vuoto
vuoto
che promette e non mantiene
si
tu sei così.©Yelena b.

nessuna dandelion-1622100__340