Mi perdo e mi ritrovo

Mi perdo e mi ritrovo spesso anche se non voglio. Mi piace spaziare da un punto ad un altro dell’universo in cerca di una farfalla fatta di niente. La cerco così tanto che a volte sbaglio strada perché mi fermo a guardare le stelle. Le tocco, le annuso, mi ci butto dentro… Rido, fra quei lampi d’argento cercando di toccarne più che posso! La farfalla appare magicamente… ridendo con me.[©Yelena b.]

mi giocafarfalle

Adoro il concetto di felicità, non quello comune, il tuo, o il suo. Adoro il mio concetto di felicità che va oltre ogni cosa materiale: è fatto di pensiero, di spirito, di pace interiore. E’ fatto di semplici piaceri quotidiani, come la brezza sul viso, una canzone che mi ruba l’anima, un tramonto meraviglioso, un filo d’erba e la zampetta della mia gatta che mi carezza il viso. Si… adoro tutto questo e molto altro… sono le cose che mi fanno respirare la vita e sentirmi meravigliosamente parte di un mondo tutto mio. Chissà se un giorno troverò mai qualcuno abbastanza pazzo da vedere le cose come le vedo io… credo sarebbe l’ultimo tassello, l’ultimo meraviglioso regalo che potrei ricevere.©

witch

Paura di abbracciare

Paura di abbracciare

Non conoscevo la paura di abbracciare prima di ora. Sembra buffo, dato che l’abbraccio è il gesto più spontaneo che scatta tra due persone che si vogliono bene. Credo di aver perso anni fa la spontaneità di un abbraccio, non ne ricevo da tempo e ne ho perduto il senso forse. Non so quando ho smesso, quando ho perduto la voglia di abbracciare ed è arrivata la paura dell’abbracciare… so solo che so di averne desiderati tanti in passato… ma non da tutti, solo da te che ora non ci sei più.©Yelena b.

paura girl-1828541__340