Lo incontri sempre, quello che ti dice “io sono fatto così prendere o lasciare”,

anche io sono fatta in un certo modo, ma non gioco a fare l’amore. Io “faccio” l’amore e non in senso fisico. A loro basta dire “io ci sono” quando in realtà intendono “se mi vuoi, corrimi dietro”. Sono stanca di correre dietro a chi sa solo scappare, tanto prima o poi saranno troppo stanchi e si fermeranno… e succederà una cosa straordinaria… non sarò io a raggiungerli, ma il loro stesso rimpianto di non essersi fermati quando era il momento.
C’est la vie.

Ma io sono una roccia…! Sono uno scoglio in mezzo al mare in tempesta, ogni tanto mi sommerge e non respiro più… eppure non affondo mai del tutto.

Pessimismo? No, solo visione realistica della vita, un freno alle illusioni e alle false speranze. Sono diventata cinica fino al punto che non avrei mai creduto di toccare. Credo in me stessa, ma ho smesso di credere negli altri, ecco quello che tu definisci pessimismo.
Sono un fumetto e una donna. Vivo, ma a modo mio e da sola perché a forza di creare un posto per qualcuno, ho distrutto il giardino della mia anima e adesso a vedere tanta desolazione, mi monta solo tanta rabbia.©