Frankenstein un cuore non ha più

Frankenstein un cuore non ha più

‘Ti innamorerai di nuovo, è inevitabile’
Ve l’hanno mai detta questa frase?
A me tante volte, sono anni che me la ripetono… ma non mi sono innamorata, almeno non più.
Ho avuto storie, più o meno travolgenti, ma un vero sentimento non è sbocciato.
So che è un po’ colpa mia che non mi fido mai del tutto e non mi sbilancio, resto sempre distaccata di un impercettibile piccolo passo, metto una distanza di sicurezza che mi garantisca un distacco, improvviso e non sanabile.
Sono criticabile, lo so.
Eppure, per quanto criticabile, sono giustificabile: non ho più voglia di rimetterci cuore e anima, star male così tanto da crollare in milioni di pezzi non riassemblabili.
Non voglio restare intere notti a tremare per un freddo incolmabile, è già successo… ne sono uscita lacerata, smembrata, ricostruita come un Frankenstein.
Non lo meritavo.
Non ti meritavo.
Sei capitato, mi sono innamorata, giocavi, ho perso.
A certi giochi non partecipo, mi alzo e me ne vado.
Frankenstein il cuore non lo ha più.
[Yelena b.]

Frankenstein un cuore

Cuore ammutinato quasi quasi ti mollo e non vengo più a prenderti

Cuore ammutinato

Quasi quasi ti mollo e non vengo più a riprenderti.
Ti porto in un posto in fondo ad ogni galassia conosciuta e ti lascio là, senza rimorsi.
Non potrai telefonare, chiamare, incomodare nessuno perché nessuno ti sentirà.
Ti rassegneresti? Pregheresti? Piangeresti?
Cosa faresti solo in mezzo al nulla?

… come sono illusa a credere di poterci riuscire…
questo cuore bislacco s’è ammutinato un giorno di pioggia sul petto di qualcuno, da allora vive da sé come un aquilone stanco, vittima d’un vento bugiardo, che gli ha fatto mangiare confetti di nuvole…
[Yelena b.]

cuore ammutinato